Benvenuti a

San Martino di Castrozza/Passo Rolle

Il comprensorio sciistico di San Martino di Castrozza - Passo Rolle

Località

San Martino di Castrozza

A San Martino di Castrozza sembra di poter toccare le montagne con un dito e la natura si integra perfettamente con il piccolo centro alpino, permettendo una vacanza in quota - siamo a 1.450 metri sopra il livello del mare - con tutti gli agi e le comodità di una capitale alpina estiva ed invernale. La corona di montagne è formata da Cimon della Pala, Rosetta, Cusiglio, Pala di San Martino, Cime di Val di Roda, Sass Maor, Cima della Madonna; a sud si ammira la catena delle Vette Feltrine e, completando il giro a 360°, il Lagorai regala l'Alpe Tognola e le cime di Colbricon e Cavallazza. Le distanze sono sempre contenute, gli impianti di risalita sono raggiungibili anche a piedi. Il servizio di skibus agevola gli spostamenti e collega a Passo Rolle, a 9km di distanza.

 

Passo Rolle

Situato a 1.980 metri sopra il livello del mare, il valico del Passo Rolle collega San Martino di Castrozza con le altre valli dolomitiche. La località è costituita da un piccolo nucleo abitato con alcuni alberghi, ristoranti, bar e negozi ai piedi del magnifico anfiteatro delle Pale di San Martino, porta d’accesso sud-ovest delle Dolomiti Patrimonio Unesco. La zona, sovrastata dall’inconfondibile profilo del Cimon della Pala (3.186 m), è in estate un ottimo punto di partenza per passeggiate, escursioni ed uscite in mountain bike. Tra le mete più note ricordiamo la stupenda Val Venegia, i laghi di Colbricon ed il Cristo Pensante, raggiungibile percorrendo l’omonimo trekking. Grazie all’inconfondibile vista sul Cimon della Pala (3.186 m) i 15 chilometri di piste presenti a Passo Rolle completano l’offerta della ski area e sono senza dubbio i tracciati più panoramici dell’intero arco alpino.

Fiera di Primiero

Difesa dalla catena porfirica del Lagorai e il massiccio granitico di Cima d’Asta, si estende su un’area di circa 125 Kmq. Si raggiunge da Imèr attraverso il tunnel sotto il monte Totoga oppure percorrendo la panoramica strada del passo Gobbera. I paesi e i colmèi, le piccole frazioni di Ronco, si ergono prevalentemente sui pendii soleggiati di mezza costa, con ampie zone prative, ai confini di estese porzioni di bosco inframmezzate da pascoli e malghe. Canal San Bovo è il paese principale, sede municipale, con i servizi primari, dalla biblioteca alla farmacia, dall’ufficio turistico alla sede dell’Ecomuseo. Poco distante, le frazioni di Cicona, Prade e Zortea, da cui si prosegue verso la valle del Lozen al lago di Calaita oppure verso il passo Gobbera. 

Imer

Situato a 670 metri sopra il livello del mare, Imèr conta circa 1.200 abitanti e fu fino alla fine della Prima Guerra Mondiale territorio di confine fra l’impero austro-ungarico e il Regno d’Italia. Imèr ospita ogni anno la Festa del Canederlo, kermesse culinaria che ha per protagonista questo tipico piatto trentino presentato in tutte le sue declinazioni. Tra gli edifici storici ricordiamo l’antica chiesetta di San Silvestro, risalente al ’200 e meta di pellegrinaggio il 31 dicembre e il 1 maggio di ogni anno. Sul Monte Vederna si trovano la croce degli alpini ed una bellissima e suggestiva chiesetta alpina dedicata alla Madonna della Neve.

Sagrón Mis

Situato a 640 metri sopra il livello del mare, Mezzano conta circa 1.600 abitanti ed è inserito nella lista dei “Borghi più belli d’Italia”. Elementi caratterizzanti del paese sono l’aspetto rurale rimasto inalterato nel tempo, le iscrizioni e i diversi dipinti quasi tutti a tema religioso che si posso osservare sulle facciate delle case ed i molti orti, circa 400, che costituiscono il cuore verde di Mezzano. Allontanandosi di poco dal paese di Mezzano si raggiungono luoghi incantevoli come la chiesetta di San Giovanni a 1.175 metri in località Prati Lièndri, raggiungibile in un’ora a piedi lungo una strada asfaltata che parte dal centro di Mezzano. Mezzano Romantica®: Arte, musica e tradizione. Poeti, scrittori, storici, filosofi, musicisti, attori che dibattono negli spazi rurali e architettonici del centro storico di uno dei borghi più belli d’Italia, accompagnati da serenate e appuntamenti sinfonici romantici.

 

Siror

Situato a 765 metri sopra il livello del mare, Siror è il paese più settentrionale della Valle di Primiero e conta circa 1.200 abitanti.  Ampie fontane poligonali in pietra ed affreschi popolari sulle facciate delle abitazioni caratterizzano il centro storico che ospita ogni anno il rinomato e suggestivo Mercatino di Natale. I favolosi panorami e l’innata ospitalità degli abitanti accomunano Siror a Schönberg, piccolo gioiello della Stubaital con il quale il paese è gemellato.

Tra gli edifici storici ricordiamo la chiesa parrocchiale di Sant’Andrea, edificata nel XIV secolo e ricostruita nel 1720, e la vecchia sede municipale con affreschi cinquecenteschi.

Tonadico

Situato a 760 metri sopra il livello del mare, Tonadico conta circa 1.500 abitanti ed è considerato il più antico paese della valle di Primiero. Collocato ai piedi delle Rovine del Castel Pietra, il piccolo borgo è stato in passato il centro amministrativo della vallata. Il paese si caratterizza per la presenza sulle facciate delle case di immagini sacre e pitture murali dipinte a fresco e risalenti ad epoche diverse. Tra gli edifici storici meritano una visita la piccola Chiesa di San Vittore, costruita nel XI secolo su di un colle che domina l’abitato di Tonadico, e Palazzo Scopoli, edificato intorno all’anno mille e restaurato nel 2003.

Transacqua

Situato a 746 metri sopra il livello del mare, Transacqua con i suoi circa 2.100 abitanti è l'abitato più popolato del Primiero.
Le località di Pieve ed Ormanico godono di una buona posizione panoramica sulle montagne circostanti. Alcune importanti caratteristiche, quali la cura del verde e l’armonia del suo centro, sono valse a Transacqua il titolo internazionale di “Comune Fiorito”. Nel XV secolo Transacqua fu importante polo della lavorazione mineraria con circa 500 cunicoli di scavo per la produzione di argento, rame e piombo argentifero.

Sciare a San Martino di Castrozza
01 /
00
- Il carosello sciistico ecologico nel sud del Dolomiti Superski

Il carosello sciistico ecologico nel sud del Dolomiti Superski

Da fine novembre a Pasqua è possibile sciare nel comprensorio sciistico trentino di San Martino di Castrozza - Passo Rolle: dallo slow ski sui 45 chilometri del circuito del Carosello delle Malghe alla vera e propria azione in pista sul Passo Rolle. Gli snowboarder spiccheranno il volo in tre snowpark. Anche gli appassionati di sci di fondo saranno convinti dall'offerta sportiva nel sud del Dolomiti Superski.

Che altro c'è da sapere su questa regione sciistica italiana? Scoprilo tu stesso...  

Innumerevoli giornate di sole sulla neve in Valle Primiero

La regione sciistica di San Martino si trova nel grande collegamento sciistico Dolomiti Superski, in Valle Primiero, per la precisione a ovest del Gruppo delle Pale e a sud del Passo Rolle! Grazie a questa posizione, i venti gelidi non soffiano mai sui 60 chilometri di piste. Al contrario: i turisti invernali possono godere di moltissime e splendide giornate di sole! 

Cos'altro serve per una perfetta vacanza invernale? Esatto! Condizioni delle piste di prima classe che trasformino ogni curva in un'esperienza unica. Chi se ne occupa è il team del Dolomiti Superski con la sua speciale attrezzatura tecnica , che si distingue per la tecnologia all'avanguardia e l'innovazione costante. Prova tu stesso le ultime novità in campo tecnico!

Sci e snowboard: a San Martino i sogni diventano realtà

16 piste blu, 18 rosse e due nere fanno battere forte il cuore degli sciatori nella località trentina di San Martino. Che sia sugli sci o sullo snowboard, che tu sia giovane o meno giovane, principiante o professionista, a sud delle Dolomiti i sogni diventano realtà! Modernissimi impianti di risalita , piste perfettamente tracciate e neve garantita fino in tarda primavera giocano un ruolo decisivo.

E oltre alle classiche piste da sci? Chi pratica snowboard e freeride può divertirsi anche nei tre snowpark di San Martino a Tognola, nel Rolle Railz Park e nello snowpark di Colverde, illuminato anche di notte. Ovunque una dose extra di adrenalina!

Per quanto riguarda l'illuminazione notturna: anche nel comprensorio sciistico di San Martino di Castrozza - Passo Rolle è in programma lo sci notturno. Non solo i nottambuli, ma anche i novellini sulle piste e gli sciatori più giovani si sentiranno a loro agio in Trentino, grazie alla pista per principianti e all’area riservata ai bambini. 

Il tuo skipass per un divertimento sfrenato sulle piste

60, o ancora meglio, 1.200 chilometri di piste: nei comprensori sciistici del Dolomiti Superski tutto è possibile! Un solo comprensorio sciistico, più di uno o persino tutti? Il tuo desiderio ovviamente sarà esaudito nel più grande collegamento sciistico del mondo! Con lo skipass per la regione sciistica di San Martino di Castrozza - Passo Rolle puoi accedere a 23 impianti di risalita su 36 piste, per un totale di 60 chilometri.

Non è abbastanza? Lo skipass Valle Silver è valido in quattro regioni sciistiche delle Dolomiti. Se desideri il pacchetto completo per la tua vacanza in Italia, scegli lo skipass del Dolomiti Superski . Che cosa stai aspettando? Acquista lo skipass e parti! I pendii delle Dolomiti aspettano solo di essere scoperti!

Rifugi con tipiche specialità regionali

Nei rifugi trentini di San Martino si servono piatti in stile Slow Food. Ciò significa che sul menù troverai tutto il gusto dei prodotti regionali! Prova il formaggio Tosèla, una cagliata che si trova solo nel Primiero, o gli strangolapreti, piccoli canederli agli spinaci tipici della regione, che stuzzicano l'appetito per i robusti piatti di selvaggina. Il nostro consiglio: gnocchi fatti a mano e una sostanziosa zuppa di orzo.

E per il gran finale? Torte e dessert presentano il lato dolce della gustosa tradizione regionale nei rifugi di San Martino. Addolcisci la tua giornata sugli sci nelle Dolomiti con un caldo strudel di mele, una torta di frutti di bosco o l’originale Linzer Torte!Patrimonio-Unesco

SEI IN CERCA D'ISPIRAZIONE?

Sciare nella città dei sassi

Super Premiere

La formula magica di inizio stagione è 4 = 3 e comprende una giornata di soggiorno e di sci in omaggio da 4 giorni in poi (8 giorni al prezzo di 6) nel periodo dal 30 novembre al 22 dicembre 2018.

Dettagli
sciare sulle Dolomiti

Supersun

Sciare al sole di primavera con una giornata di sci in omaggio significa: 7 giorni di alloggio pagandone 6.

Dettagli

ORGANIZZA LA TUA VACANZA DEI SOGNI

Caratteristiche del comprensorio sciistico di San Martino di Castrozza - Passo Rolle 

COSA UNISCE UN CAROSELLO, SLOW FOOD E SOSTENIBILITÀ? SCOPRI LE TANTE CARATTERISTICHE CHE RENDONO INCONFONDIBILE IL COMPRENSORIO SCIISTICO TRENTINO DI SAN MARTINO DI CASTROZZA - PASSO ROLLE.

il carosello sciistico

Fai un giro sul carosello sciistico! Nella regione sciistica di San Martino di Castrozza - Passo Rolle è possibile "saltare" da un comprensorio sciistico all'altro con un solo skipass: molto semplice e comodo. Incluse: le piste di Prà delle Nasse e Colverde e naturalmente il Carosello delle Malghe e il Passo Rolle. Sali su uno degli impianti di risalita e inizia a girare sul carosello!

Slow Ski e Slow Food

Oltre a tutto ciò che San Martino ha da offrire in termini di sport, in Trentino anche coloro che amano il relax non resteranno delusi! Il Carosello delle Malghe è dedicato al divertimento rilassato e offre la possibilità di sciare lentamente e di gustare specialità Slow Food lungo 45 chilometri di piste. Proprio quello che ci vuole per tutti coloro che non amano solo la velocità, ma anche il relax sulle piste italiane!

Scala di una marcia! Lasciati incantare dalla straordinaria bellezza delle Dolomiti, Patrimonio Mondiale dell'UNESCO, ad esempio degustando le specialità regionali su una delle numerose terrazze soleggiate dei rifugi o durante le piacevoli virate dalla montagna a valle.

Green Way Primiero

Il comprensorio sciistico di San Martino di Castrozza - Passo Rolle è dedicato alle vacanze invernali sostenibili, ed è stato premiato con il “Green Way Primiero”. Che cosa significa concretamente? L'intera regione è sinonimo di rapporto sostenibile con la natura e le risorse naturali. L'autosufficienza energetica fa quindi parte della vita quotidiana nel carosello sciistico del Trentino. 

Sulla buona via ecologica: tutti e 23 gli impianti di risalita sono gestiti con elettricità da fonti rinnovabili e anche gli hotel sono riforniti con energia "pulita". Ad esempio, fonti di energia rinnovabile come l'acqua, il legno e le biomasse vengono utilizzate per la produzione di energia elettrica e per il riscaldamento.

Sei pronto per il tuo carosello ricco di sport? Con le previsioni del tempo e le webcam del Dolomiti Superski sarai ben informato già prima del tuo arrivo. Ci vediamo presto in Trentino!

360° Panorama di San Martino di Castrozza/Passo Rolle

San Martino di Castrozza/Passo Rolle
Scopri

come arrivare

Via Passo Rolle 167 · 38054 S. Martino di Castrozza - Italia
Apri cartina

SCOPRI LA PROSSIMA AREA SCIISTICA DI DOLOMITI SUPERSKI