Alpe Lusia/San Pellegrino è una delle 12 zone sciistiche di Dolomiti Superski
Indietro

LocalitÀ

Moena

Moena è la porta d'accesso alla Val di Fassa. Sorge in una conca alluvionale circondata da alcuni fra i più suggestivi gruppi dolomitici, tra cui il Catinaccio, il Latemar ed i Monzoni. E' il maggiore centro abitato della Val di Fassa, conosciuto come la "Fata delle Dolomiti", che ne racchiude completamente il fascino e l'antica suggestione legata a racconti perduti nella notte dei tempi. Il paese, molto curato dal punto di vista architettonico, si distingue per eleganza, negozi raffinati, bar e ristoranti di classe. In inverno, Moena pulsa nel cuore della skiarea Alpe Lusia-San Pellegrino, caratterizzata da veloci impianti di risalita, splendide piste ed un attrezzato centro del fondo ("Alochet").

Passo San Pellegrino

Il Passo San Pellegrino (1918 m) è un ampio valico alpino situato a metà strada tra Moena e Falcade, vero paradiso degli sport invernali e delle attività sulla neve. Una zona sciistica dove tutto è a portata di mano grazie a moderne strutture alberghiere e comodi parcheggi con accesso diretto agli impianti di risalita. Le piste sono adatte a tutti, dai principianti ai grandi campioni dello sci, e i bambini hanno a disposizione un attrezzato parco giochi.

Molto apprezzati il Centro Fondo Alochet con i suoi tracciati immersi nello splendore dei boschi e il SanPe Snowpark per chi ama lo sci freestyle e lo snowboard.

Falcade

Falcade (1100 m) è un grazioso paese delle Dolomiti Bellunesi che sorge ai piedi delle imponenti pareti rocciose del Focobon nella Valle del Biois. Rappresenta il versante veneto della Ski Area Alpe Lusia/San Pellegrino nonchè il punto di arrivo della famosa pista degli Innamorati, e vanta una lunga tradizione come meta turistica adatta a famiglie e bambini. Fiore all’occhiello di Falcade è il Centro Fondo Pietro Scola che consente di sciare anche in notturna.

Vasta l’offerta di attività alternative allo sci come il pattinaggio su ghiaccio, le gite in motoslitta e lo snowtubing. Per gli appassionati d’arte merita una visita il museo-atelier dello scultore Augusto Murer.

Soraga di Fassa

Soraga è uno dei più antichi nuclei della Val di Fassa, che negli anni ha saputo crescere, abbellirsi e rinnovarsi, pur mantenendo intatte le peculiarità tipiche ladine. Il paese, conosciuto per i suoi scultori e intagliatori, è situato alle pendici della Vallaccia, dei Monzoni ed è dominato dal Gruppo del Catinaccio con la Roda di Vael; il caratteristico centro fassano coltiva il culto della tranquillità e del relax, offrendo fantastiche passeggiate a piedi o con le racchette da neve. Qui i fondisti trovano un vero e proprio paradiso di piste a ridosso degli hotel, mentre gli appassionati dello sci alpino, in pochi minuti di skibus, possono raggiungere le skiaree di Moena-Lusia e Vigo-Catinaccio.

Bellamonte

Bellamonte, frazione di Predazzo, un tempo era considerata “il monte del fieno” della Val di Fiemme. Oggi è ambita meta turistica sia per le caratteristiche baite ai piedi della catena del Lagorai, sia per i tramonti stupefacenti sulle Pale di San Martino. A Bellamonte è doverosa una visita all’incredibile collezione di attrezzi contadini e oggetti antichi custodita in un antico tabià, il Museo di Nonno Gustavo
Gli impianti di risalita Bellamonte-Alpe Lusia accarezzano i confini del Parco Naturale di Paneveggio-Pale di San Martino, celebre per le sue foreste di abete rosso, detto “abete di risonanza”, perché utilizzato per realizzare le casse armoniche degli strumenti musicali.