Arabba

I 7 punti WOW della zona di Arabba

Dove la vista rilassa corpo e mente

Scopriamo insieme tutte le 7 mete!

Sass Pordoi

Arabba e la sua Valle di “Fodom” presenta pendii molto impervi, è la meta ideale per tutti gli appassionati, hiker e Mtbiker che non temono sentieri e percorsi con pendenze. Grazie al collegamento con gli impianti di risalita, attivi anche d’estate e con la possibilità di carico bici, si possono raggiungere facilmente tutti i panorami  a pochi passi dal centro del paese.

Arabba Panorami Viste TOP in una Valle TOP
Viste TOP in una Valle TOP
La valle di Fodom è la valle a V più pendente delle altre valli ladine attorno al massicio del Sella. Questa accentuata pendenza, ha creato il territorio perfetto per tutti gli amanti del brivido, con discese da MTB da record e passeggiate mozzafiato d’estate e piste nere TOP d’inverno. Nonostante ciò, questi percorsi portano sempre a scoprire dei punti WOW.
Impossibili da non immortalare durante una pausa.

 

Ecco i 7 punti da non perdere, 1 per ogni giorno della settimana!

1. Altopiano del Cherz

Altipiano del Cherz

Trovato appena sopra il Passo Campolongo, uno dei punti più panoramici di tutto il comprensorio, la cui vista spazia a 360° sulle Dolomiti (perfino sulle Alpi Austriache). La sua vista si estende:

-verso nord la Val Badia con il Sassongher, il Sass Ciampac, Piz de Lavarela, Pia Dles Conturines,il gruppo del Sass Dla Crusc e in fondo il Sass Putia. Le Alpi sono visibili in lontananza.

-verso est le Tofane , il Lagazuoi, il gruppo di Cima Scotoni con il Fanes.

-verso sud il Civetta, il Sief e Col di Lana, il Pelmo e la montagna regina delle Dolomiti: la Marmolada.

-verso ovest si può ammirare in tutta la sua bellezza il massiccio del Sella.

2. Porta Vescovo

Porta Vescovo

Nell’istante in cui si giunge all’arrivo in quota la grande terrazza presente fa ammirare totalmente lo spettacolo che si cela davanti:

- a sud la Marmolada, il piccolo e il grande Vernel, Gruppo del Sella (chiamato anche Boè), il Puez, il Sasso della Croce, il Lagazuoi e le Tofane a nord.

- ad oriente si vedrà la punta del Col di Lana, la Croda da Lago, l’Antelao, il Sorapiss, l’Averau, il Nuvolau e il monte Pelmo.

-ad occidente si potrà intravedere il Catinaccio e il Sasso Lungo.

3. Monte Burz

Burz

 

 

 

Situato appena sotto il massiccio del Sella, il monte Burz offre una visuale dall’alto di Arabba e Precumon, con una visione dei monti simile a quella presente ad Arabba, ma da una prospettiva tutta nuova sul:

Porta Vescovo (a sud), Col di Lana (a est), Monte Pelmo (a sud-est), Sett Sass e Bec de Roces (a nord-est).

Si raggiunge prendendo la seggiovia Burz, la cui partenza si trova a 100m dal centro del paese. Più comodo di così.

4. Bec de Roces

Bec de Roces

Collocato di fronte all’altopiano del Cherz, il Bec de Roces è raggiugibile dal passo Campolongo con la seggiovia Campolongo-Bec de Roces.

Il panorama, grazie alla presenza di rocce che sembrano uscire dal terreno e dal lago artificiale presente poco sotto, rende unico il paesaggio circostante, ed è possibile esplorare la zona grazie ai vari sentieri e percorsi che si diramano dall’altopiano.

5. Sass Pordoi

Sass Pordoi N

 

 

Impossibile non segnalare anche questa enorme terrazza dolomitica. Grazie alla funivia Sass Pordoi, che in soli 4 minuti porta da 2239 m a 2950m, il panorama è mozzafiato:

bianche rocce di dolomia a perdita d’occhio, scarsa (per non dire nulla) presenza di flora e a tratti residui di neve, una vista totale sulla val di Fassa e sulla valle di Fodom.

Il fremito che viene provocato stando su 2 piedi, nella corsa della funivia e osservando lo spettacolo naturale sull'orlo di una di queste pareti di dolomia, è da sperimentare

Basta dire che la cantante Elodie ha eseguito le riprese della sua canzone “Vertigine” proprio su una delle sporgenze da brivido.

6. Marmolada

Marmolada

 

 

La regina delle Dolomiti. Con le sue 3 funivie, dai 1450m di Malga Ciapela ai 3265mt di Punta Rocca, la seconda punta per altezza, la cima diventa accessibile a tutti.

La vista, solo per intenderci, nelle giornate migliori permette la visione di Venezia. Lascio a voi concludere cosa non si possa vedere da una terrazza a quest’altezza.

A Punta Rocca è presente anche la Grotta della Madonna, una cappella consacrata da Papa Giovanni Paolo II nel 1979.

7. Pralongià

Pralongia

Ampi prati verdi, dolci pendenze e tanto sole. Queste sono le peculiarità del Pralongià.

Questa morfologia del territorio, rilassa occhi e mente, rendendo impossibile non innamorarsi di questo posto, con vista:

- a nord delle Alpi Austriache;

- a sud della Marmolada;

- ad est ed ovest i monti del comprensorio che caratterizzano le 2 valli ladine di Fodom e Badia.

BONUS! Piz Boè 3.152 m

Dalla stazione in quota della funivia del Sass Pordoi, si può prendere il sentiero n°638, che conduce alla punta più alta del massiccio del Sella, il Piz Boè. Il panorama non è comparabile nemmeno a quello della Marmolada, essendo in una locazione opposta. Dalla foto è visibile solo un pezzetto del panorama, lascio a voi salire e taggare #arabba #fodom #dolomites #arabbawow con le viste non inquadrate da questa foto.

Buona escursione!

BONUS! Piz Boè 3.152 m