Arabba

"Panoramic" Arabba tour MTB

Dove lo sport accompagna la vista

Arabba Arabba MTB
Arabba MTB
Per chi è innamorato dei traails di montagna da svolgere con le 2 ruote grasse e non vuole rinunciare alla vista, ad Arabba c’è il percorso che fa per voi. Il “Panoramic Tour Arabba"è un circuito ad anello che costeggia sial il versante del Porta Vescovo, del Pordoi e Burz, rimanendo sempre in alta quota, con partenza ed arrivo Arabba naturalmente.

Poco più di 2 ore e 30 minuti di puro batticuore dolomitico

PARTENZA

MTB Portavescovo

 

 

Il circuito inizia dal centro di Arabba, prendendo la funivia o la cabinovia Porta Vescovo.

Una volta in cima, la grande terrazza fa ammirare in tutto il suo splendore la regina delle dolomiti, la Marmolada, che si presenta proprio di fronte.

Sazi della vista, si può prendere la direzione del sentiero Trail “Porta Vescovo Rosso” indicata con gli appositi cartelli segnaletici.

 

Pônt de Vauz

MTB Pont de Vauz

 

 

Da 2470mt del Porta Vescovo si arriva a 1854mt del Pônt de Vauz (Ponte Vauz), alla partenza della telecabina Fodom, con cui si risalirà fino alla cima del Passo Pordoi, a 2232mt, da cui si può fare una tappa fino al Sass Pordoi.

Scopri il Sass Pordoi quiScopri il Sass Pordoi qui

Dal Pordoi fino al Monte Burz

Pordoi-Burz

 

 

Dai 2232mt dell’arrivo del Passo Pordoi, ci si dirige verso destra sulla strada che porta all’Ossario del Pordoi, un cimitero di guerra risalente al 1959.

Poco prima di arrivare all'Ossario, si troverà un bivio sulla destra che porta al sentiero sterrato, iniziando un saliscendi verso est sotto il massiccio del Sella, che conduce fino al Monte Burz, da cui si potrà prendere il percorso di rientro per Arabba.

Ossario del Pordoi

 

Come già anticipato, l'Ossario di Guerra del Pordoi è un cimitero bellico, la cui costruzione è terminata nel 1959. Al suo interno, sono conservate le spoglie di circa 9000 soldati austriaci e tedeschi, che hanno perso la vita prevalentemente nella Prima Guerra Mondiale, ma sono presenti anche le spoglie di ca. 800 soldati che hanno perso la vita durante la Seconda Guerra Mondiale. Al suo inteno è presente un monumento con tutti i nomi dei soldati sepolti, oltre che a una lampada votiva e a delle statue raffiguranti dei soldati sofferenti. Tutta la struttura è gestita dalla Volksbund Deutsche Kriegsgräberfűrsorge, la Croce Nera Austriaca, ed è aperta d'estate tutto il giorno.

Ritorno dal Monte Burz fino ad Arabba

Burz-Arabba

 

 

 

Il sentiero prosegue poco sotto l’Ossario, iniziando un saliscendi sotto il massiccio del Sella, arrivando fino al Monte Burz, da cui si ritornerà al punto di partenza, Arabba.

Percorrendo un percorso di downhill, che inizia mantenendosi alla sinistra della seggiovia Burz e del Rifugio Burz, inizialmente molto scorrevole con salti e paraboliche, finendo invece con traversi e tornanti fra i larici fino all’arrivo ad Arabba.