Paesi

Scopri le località

Tra tradizione e modernità ai piedi delle Dolomiti

San Martino di Castrozza

San Martino di Castrozza

A San Martino di Castrozza sembra di poter toccare le montagne con un dito e la natura si integra perfettamente con il piccolo centro alpino, permettendo una vacanza in quota - siamo a 1.450 metri sopra il livello del mare - con tutti gli agi e le comodità di una capitale alpina estiva ed invernale.

La corona di montagne è formata da Cimon della Pala, Rosetta, Cusiglio, Pala di San Martino, Cime di Val di Roda, Sass Maor, Cima della Madonna; a sud si ammira la catena delle Vette Feltrine e, completando il giro a 360°, il Lagorai regala l'Alpe Tognola e le cime di Colbricon e Cavallazza.

Le distanze sono sempre contenute, gli impianti di risalita sono raggiungibili anche a piedi. Il servizio di skibus agevola gli spostamenti e collega a Passo Rolle, a 9 km di distanza.

Passo Rolle

Passo Rolle - Orizzontale

 

Situato a 1.980 metri sopra il livello del mare, il valico del Passo Rolle collega San Martino di Castrozza con le altre valli dolomitiche. La località è costituita da un piccolo nucleo abitato con alcuni alberghi, ristoranti, bar e negozi ai piedi del magnifico anfiteatro delle Pale di San Martino, porta d’accesso sud-ovest delle Dolomiti Patrimonio Unesco.

Grazie all’inconfondibile vista sul Cimon della Pala i 15 chilometri di piste presenti a Passo Rolle completano l’offerta della ski area e sono senza dubbio i tracciati più panoramici dell’intero arco alpino.

Tra le mete più note ricordiamo la stupenda Val Venegia, i laghi di Colbricon ed il Cristo Pensante, raggiungibile percorrendo l’omonimo trekking.

 

Fiera di Primiero

Fiera di Primiero

 

Situato a 745 metri sopra il livello del mare, questo piccolo borgo conta circa 500 abitanti e rappresenta il centro commerciale (da qui il nome Fiera) di Primiero. Le sue origini risalgono intorno all’anno 1.400, quando il Primiero, feudo della famiglia Welsperg e parte dell’Impero Austriaco, conobbe uno straordinario sviluppo economico anche grazie alle numerose miniere di rame, argento e ferro.

Tra gli edifici storici ricordiamo la Chiesa della Madonna dell’Assunta, antica chiesa gotica che ospita il grande trittico per lungo tempo conservato nel Museo del Buonconsiglio a Trento, la Chiesetta di San Martino, la Chiesa della Madonna dell’Aiuto e il Palazzo delle Miniere.

 

Siror

Siror

Situato a 765 metri sopra il livello del mare, Siror è il paese più settentrionale della Valle di Primiero e conta circa 1.200 abitanti. Ampie fontane poligonali in pietra ed affreschi popolari sulle facciate delle abitazioni caratterizzano il centro storico che ospita ogni anno il rinomato e suggestivo Mercatino di Natale.

Tra gli edifici storici ricordiamo la chiesa parrocchiale di Sant’Andrea, edificata nel XIV secolo e ricostruita nel 1720, e la vecchia sede municipale con affreschi cinquecenteschi.

Tonadico

Tonadico

Situato a 760 metri sopra il livello del mare, Tonadico conta circa 1.500 abitanti ed è considerato il più antico paese della valle di Primiero. Collocato ai piedi delle Rovine del Castel Pietra, il piccolo borgo è stato in passato il centro amministrativo della vallata.

Il paese si caratterizza per la presenza sulle facciate delle case di immagini sacre e pitture murali dipinte a fresco e risalenti ad epoche diverse. Tra gli edifici storici meritano una visita la piccola Chiesa di San Vittore, costruita nel XI secolo su di un colle che domina l’abitato di Tonadico, e Palazzo Scopoli, edificato intorno all’anno mille e restaurato nel 2003.

Transacqua

Transacqua

Situato a 746 metri sopra il livello del mare, Transacqua con i suoi circa 2.100 abitanti è l'abitato più popolato del Primiero.
Le località di Pieve ed Ormanico godono di una buona posizione panoramica sulle montagne circostanti. Alcune importanti caratteristiche, quali la cura del verde e l’armonia del suo centro, sono valse a Transacqua il titolo internazionale di “Comune Fiorito”.

Nel XV secolo Transacqua fu importante polo della lavorazione mineraria con circa 500 cunicoli di scavo per la produzione di argento, rame e piombo argentifero.

Mezzano

Mezzano

 

Situato a 640 metri sopra il livello del mare, Mezzano conta circa 1.600 abitanti ed è inserito nella lista dei “Borghi più belli d’Italia”.

Elementi caratterizzanti del paese sono l’aspetto rurale rimasto inalterato nel tempo, le iscrizioni e i diversi dipinti quasi tutti a tema religioso che si posso osservare sulle facciate delle case ed i molti orti, circa 400, che costituiscono il cuore verde di Mezzano.

Mezzano Romantica®: Arte, musica e tradizione. Poeti, scrittori, storici, filosofi, musicisti, attori che dibattono negli spazi rurali e architettonici del centro storico di uno dei borghi più belli d’Italia, accompagnati da serenate e appuntamenti sinfonici romantici.

Imer

Imer

Situato a 670 metri sopra il livello del mare, Imèr conta circa 1.200 abitanti e fu fino alla fine della Prima Guerra Mondiale territorio di confine fra l’impero austro-ungarico e il Regno d’Italia. Imèr ospita ogni anno la Festa del Canederlo, kermesse culinaria che ha per protagonista questo tipico piatto trentino presentato in tutte le sue declinazioni. Tra gli edifici storici ricordiamo l’antica chiesetta di San Silvestro, risalente al ’200 e meta di pellegrinaggio il 31 dicembre e il 1 maggio di ogni anno. Sul Monte Vederna si trovano la croce degli alpini ed una bellissima e suggestiva chiesetta alpina dedicata alla Madonna della Neve.