San Martino di Castrozza - passo rolle

UN MONDO DI AVVENture sulla neve

Scopri di più!

S.MART NEWS

Apertura Impianti Tognola sabato 3 e domenica 4 dicembre

 

Inizia la stagione invernale sulle piste di San Martino di Castrozza e Passo Rolle: grazie alle rigide temperature, per le giornate di sabato 3 e domenica 4 confermate a San Martino di Castrozza le aperture della cabinovia Tognola (A/R con impianto), della pista Rododendro, e della sciovia Baby con l'annessa nuova "area primi passi".

Dal 7 dicembre Tognola sarà aperta in maniera continuativa.
Dall'8 all'11 dicembre apriranno anche la cabinovia Colverde e la funivia Rosetta.

Il servizio skibus sarà attivato, in base alle aperture degli impianti, in modo gratuito nei giorni 8-9-10-11 dicembre e poi in modo continuativo dal 23.12.2016.
Visita le nostre webcam per avere la situazione neve in tempo reale!

A San Martino di Castrozza-Passo Rolle, la nuova stagione inizia con grandi novità grazie ai lavori di potenziamento del sistema di innevamento nel polo sciistico Ces-Colverde, che garantirà la possibilità d’innevare l’area di competenza in 80-85 ore di freddo.

L'ampliamento del bacino di Ces ha portato la capacità da 9.000 a 60.000 metri cubi e affianca l'investimento già realizzato lo scorso anno da Tognola per l'ampliamento del bacino esistente da 10.000 a 45.000 metri cubi.

Sull’Alpe Tognola, inoltre, è stata allargata la pista Baby per creare una nuova area bob e slittini raddoppiando la zona dedicata agli sciatori principianti. In Tognola sono proseguiti i lavori per l’innevamento programmato con l’installazione di nuove condotte e nuovi generatori di neve, completando così la parte alta della Pista Rododendro e della Pista Tognola Uno, considerata una nera tra le 12 piste più belle delle Dolomiti.

Si stanno inoltre progettando gli impianti che collegheranno l’area di Ces, attraverso il Prà delle Nasse e tutta l’area sciistica di San Martino di Castrozza, al Passo Rolle.

La ski area San Martino di Castrozza – Passo Rolle, punta meridionale del Dolomiti Superski, offre 60 km di piste fra i 1404 ed i 2357 m, perfettamente battute e con innevamento programmato, dove la lunga stagione sciistica parte a fine novembre sulle nevi del Passo Rolle e si protrae fin dopo Pasqua. Un mondo di neve nel cuore delle Dolomiti, dove apprezzare curva dopo curva un ambiente spettacolare e soste gustose presso le malghe ed i rifugi in pista.
Ben 45 km sono dedicati al Carosello delle Malghe: unione ideale tra slow skiing e slow food.
Questo territorio rappresenta un vero paradiso anche per gli amanti del freeride, del telemark e dello snowboard. Sono ben 3 gli snowpark a disposizione: il San Martino Snowpark in Tognola, lo Snowpark Colverde, illuminato anche la sera, ed il Rolle Railz Park a Passo Rolle.

I numeri della Skiarea

  •     60 km di piste fra 1.404 e i 2.357 metri
  •     45 km di piste lungo il Carosello delle Malghe
  •     15 km di spettacolo puro sulle piste del Passo Rolle
  •     2 serate a settimana di sci notturno al Colverde
  •     1 campo scuola in paese al Prà delle Nasse
  •     1 campo scuola in quota con Kinderland Tognola
  •     3 divertenti snowpark
  •     30 km di tracciati per lo sci nordico
  •     23 impianti alimentati da energia 100% green
  •     2 scuole sci - 100 maestri qualificati
  •     Innevamento programmato e piste perfettamente battute, sede degli allenamenti del Demo Team Italia

L’autenticità della Montagna, l’energia della Natura

Dolomiti, neve, sole, divertimento, sci, freeride, snowboard, ciaspole, natura incontaminata, buona cucina: 10 parole per dire vacanza nella Skiarea San Martino di Castrozza e Passo Rolle.
Il fascino del gruppo dolomitico delle Pale di San Martino, Patrimonio Naturale Unesco, un territorio
100% rinnovabile, e la calorosa accoglienza rendono
San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero
e Vanoi meta invernale d’eccellenza nel panorama
trentino.

LE NOSTRE LOCALITA'

Situato a 1.450 metri sopra il livello del mare ai piedi delle Pale di San Martino - Dolomiti Patrimonio Unesco, San Martino di Castrozza fa parte dei comuni di Tonadico e Siror.  

Le guglie delle Pale di San Martino dominano la piccola capitale alpina, mentre i fitti boschi e gli ampi pascoli ne fanno una località dalla decisa atmosfera di montagna. Il paese gode di una lunga tradizione turistica, iniziata già a metà Ottocento con l’arrivo dei primi scalatori inglesi e tedeschi.

Meta ideale per famiglia ma anche per chi desidera una vacanza attiva all’insegna dello sport e del divertimento, San Martino di Castrozza è immerso in uno scenario naturale di rara bellezza circondato da stupende vette dolomitiche, come il Cimon della Pala, la Vezzana, la Rosetta e il Sass Maor.

San Martino di Castrozza è assieme a Passo Rolle una rinomata stazione sciistica capace di regalare emozioni uniche a tutti gli amanti della neve. Il Carosello delle Malghe, accessibile sia dagli impianti Ces che da quelli di Tognola, offre 45 km di piste ideali per trascorrere una giornata all’insegna dello sci di qualità e della buona cucina. Nella zona di Colverde, a due passi dal centro, l’omonima cabinovia serve due tracciati illuminati anche di sera. Gli impianti di risalita danno inoltre ai visitatori la possibilità di raggiungere in pochi minuti l’Altopiano delle Pale, vero e proprio gioiello del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino. Questo incredibile tavoliere sospeso a 2.700 metri d’altezza è la meta ideale per chi pratica scialpinismo ed escursioni con le racchette da neve o più semplicemente per chi non vuole perdere uno dei più affascinanti spettacoli della natura.



Situato a 1.980 metri sopra il livello del mare, il valico del Passo Rolle collega San Martino di Castrozza con le altre valli dolomitiche. La località è costituita da un piccolo nucleo abitato con alcuni alberghi, ristoranti, bar e negozi ai piedi del magnifico anfiteatro delle Pale di San Martino, porta d’accesso sud-ovest delle Dolomiti Patrimonio Unesco.

La zona, sovrastata dall’inconfondibile profilo del Cimon della Pala (3.186 m), è in estate un ottimo punto di partenza per passeggiate, escursioni ed uscite in mountain bike. Tra le mete più note ricordiamo la stupenda Val Venegia, i laghi di Colbricon ed il Cristo Pensante, raggiungibile percorrendo l’omonimo trekking.

Grazie all’inconfondibile vista sul Cimon della Pala (3.186 m) i 15 chilometri di piste presenti a Passo Rolle completano l’offerta della ski area e sono senza dubbio i tracciati più panoramici dell’intero arco alpino.

È l’ampia vallata ai piedi delle Pale di San Martino che ospita sei piccoli ma vivaci paesi:

A poca distanza da San Martino di Castrozza (14 km), Primiero vanta un’offerta ricettiva varia e di qualità, da raffinati hotel con centro benessere a bed&breakfast ed appartamenti in affitto.

La valle è situata nel Trentino Orientale. Il principale accesso alla Valle è costituito dalla gola dello Schenèr, che mette in comunicazione la Valle di Primiero con la zona del Feltrino. Il Passo Rolle permette il collegamento con la Val di Fiemme, il Passo Cereda con l’Agordino, mentre il Passo Brocon collega la vicina Valle del Vanoi con la conca del Tesino e la Valsugana. La conca prativa del Primiero si adagia lungo il corso del fiume Cismon, nel quale si innestano una serie di affluenti che scorrono lungo le valli laterali (Val Canali, Val Noana, Val Giasinozza).

La valle è attorniata da tre gruppi montuosi: a nord le Pale di San Martino, ad ovest il Lagorai e a sud le Vette Feltrine, che chiudono la conca.

Il fascino della montagna più vera

Difesa dalla catena porfirica del Lagorai e il massiccio granitico di Cima d’Asta, si estende su un’area di circa 125 Kmq. Si raggiunge da Imèr attraverso il tunnel sotto il monte Totoga oppure percorrendo la panoramica strada del passo Gobbera. I paesi e i colmèi, le piccole frazioni di Ronco, si ergono prevalentemente sui pendii soleggiati di mezza costa, con ampie zone prative, ai confini di estese porzioni di bosco inframmezzate da pascoli e malghe. Canal San Bovo è il paese principale, sede municipale, con i servizi primari, dalla biblioteca alla farmacia, dall’ufficio turistico alla sede dell’Ecomuseo. Poco distante, le frazioni di Cicona, Prade e Zortea, da cui si prosegue verso la valle del Lozen al lago di Calaita oppure verso il passo Gobbera. Da Canale, la strada continua verso i Colmei de Ronc  - sono addirittura quattordici! - oppure verso il Passo Brocon che collega con il Tesino, oppure ancora verso Caoria, alle pendici del monte Cauriol. La strada carrozzabile si ferma al Rifugio Refavaie, ma non le possibilità di continuare a piedi o in mtb. Caoria ospita pure il museo della Grande Guerra e la Casa del Sentiero Etnografico. A Zortea si trova la Stanza del Sacro, conservatorium della memoria devozionale. Ogni paese propone i propri momenti di festa e sagra, tra cui spicca l’autunnale Festa delle Brise. Cicona ospita da alcuni anni la rassegna estiva “Cicona Fumetto” ed ogni dieci anni a Prade si mette in scena il dramma religioso “Godimondo e Fortunato”.  L’offerta ricettiva spazia dagli alberghi ai bed&breakfast e case private. Malghe, agritur e ristoranti offrono una scelta di piatti tipici gustosi e raffinati.

contatto

APT San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi

Via Passo Rolle 167
38054 S. Martino di Castrozza

Tel.: +39 0439 768867
Fax: +39 0439 768814
e-mail: info@sanmartino.com
web: www.sanmartino.com

Come arrivare